Milan, Gattuso saluta: "Rinuncio perché la mia storia col Milan non potrà mai essere una questione di soldi”

Periodo di cambiamenti nella Milano calcistica. Con l'ormai addio segnato di Spalletti (non ancora annunciato) dall'Inter, si dimette il tecnico del Milan Gennaro Gattuso, ma prima ancora bandiera del club rossonero con il quale ha vinto tutto. Era ormai nell'aria la rinuncia di "Ringhio", anche se l'addio di Leonardo si poteva pensare ad una clamorosa riconferma da parte della dirigenza , ma l'incontro con l'Amministratore Delegato Ivan Gazidis ha portato alla decisione di salutare il Milan. Il quotidiano "La Repubblica" è stato il primo a riportare le parole dell'ormai ex allenatore rossonero: "Decidere di lasciare la panchina del Milan non è semplice. Ma è una decisione che dovevo prendere. Non c’è stato un momento preciso in cui l’ho maturata: è stata la somma di questi diciotto mesi da allenatore di una squadra che per me non sarà mai come le altre. Mesi che ho vissuto con grande passione, mesi indimenticabili. La mia è una scelta sofferta, ma ponderata. Rinuncio a due anni di contratto? Sì, perché la mia storia col Milan non potrà mai essere una questione di soldi”. Gattuso rinuncia a 5.5 milioni di euro per due stagioni, una prova di vero amore per il tecnico calabrese per i colori rossoneri.  Le ragioni dell'addio sarebbero per la delicata situazione finanziaria del Milan che ad oggi incide sia sul mercato, i risultati sportivi e i rapporti non idilliaci con la UEFA che potrebbero portare i rossoneri alla esclusione dalla Europa League, convincendo lo stesso Gattuso di non poter andare oltre ai risultati ottenuti con l'attuale rosa e di non poterli migliorare senza i dovuti rinforzi dal calciomercato. Ora la dirigenza del Milan, che sperava nel riconfermare l'attuale tecnico dimissionario, si trova a dover individuare un nuovo tecnico per la panchina e attualmente i candidati sono due: Jardim dal Monaco e Simone Inzaghi dalla Lazio, con quest'ultimo ancora in forse per la riconferma nella squadra capitolina e contattato dalla Juventus, salvo poi passare come eventuale seconda dopo che i bianconeri sono passati all'assalto del tecnico del Chelsea Maurizio Sarri.

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Concept & Web Development
SmartBrand srl
Scroll to Top