Gattuso carica: "Voglio riportare la gente allo stadio"

Prima conferenza del 2020 per Gattuso, alla vigilia di un incontro non solo di prestigio ma anche importante per crescere in autostima, fondamentalmente per la risalita che gli azzurri devono cercare di portare a compimento. L'allenatore del Napoli cerca subito, però, di allentare la pressione in vista di ciò che aspetterà il Napoli da qui alle prossime quattro partite:
"Non dobbiamo pensare al ciclo terribile che ci aspetta, ma pensare solamente alla partita di domani, perché giochiamo contro una squadra molto forte. Bisogna migliorare su come tenere il campo, su come soffrire. Questa squadra ha grandi margini di miglioramento. Mi aspetto dai ragazzi l'entusiasmo visto fin dal primo giorno".
Da simbolo milanista, non poteva mancare una considerazione sulle emozioni che proverà domani sera: "Se sento particolarmente la partita con l'Inter? No, perche oggi sono l'allenatore del Napoli, il passato è passato. Sono preoccupato perché è una grande squadra".
Sul mercato glissa le domande, per rispetto alla squadra, affermando che darà spiegazioni sul perché dell'approdo di eventuali acquisti solo a trattative concluse.
Sulla situazione Mertens annuncia: "Questa settimana non ha lavorato con la palla perché aveva fastidio. Gli abbiamo fatto fare una risonanza che ha evidenziato una distrazione agli aduttori. È andato in Belgio per svolgere le terapie dal suo uomo di fiducia".
Carica, poi, la sua squadra: "Voglio un Napoli senza paura, che sa tenere botta all'avversario. Le cose che vedo nell'Inter le vorrei vedere nella mia squadra".
In conferenza vengono affrontate le situazioni di Fabian ed Insigne, gli uomini maggiormente in discussione in questo periodo:"Ho fiducia totale per Fabian e Insigne, come in tutta la squadra. Quando lavorano seriamente, senza prendermi per il culo, do anche l'anima ai miei ragazzi, ed è questo il caso."
Gattuso annuncia anche il forfait di Koulibaly in vista di domani sera. Si è preferito evitare rischi inutili che potrebbero portare infortuni ben più gravi.
Sulla possibilità di vedere Elmas vertice basso dichiara: " I vertici bassi su cui sto lavorando sono esclusivamente Fabian e Gaetano. Gli altri li ho provati tutti come mezze ali. Escludo anche Allan per quel ruolo, non ha le caratteristiche adeguate oer affrontarlo".
Il tecnico, inoltre, punzecchia Lozano: "Non deve fare solo 20-30 scatti, ma 100-120 come ai tempi del Psv. Deve migliorare. Voglio vederlo come questi sette giorni: vivo, col veleno, sgusciante.
Infine chiede un regalo ai suoi ragazzi in vista del suo compleanno: "Vorrei far ritornare l'entusiasmo a un ambiente ultimamente freddo. Vi assicuro che giocare al San Paolo non è facile. So della situazione delle curve e tutte le problematiche annesse, ma vorrei, insieme alla squadra, far riaccendere la miccia e riportare la gente allo stadio"

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Concept & Web Development
SmartBrand srl
Scroll to Top