Il Napoli espugna San Siro, Milan ko

Colpaccio con brivido finale del Napoli, un bel Napoli, a San Siro: vittoria e aggancio al Milan sul secondo gradino. Annullato infatti in extremis il gol del pareggio di Kessie. 

Il Napoli è partito meglio, la squadra di Pioli ha perso qualche battaglia e il subitaneo gol di testa di Elmas su angolo ha punito la superficialità della difesa e la modesta consistenza della fase offensiva rossonera. Solo Ibra e Florenzi hanno spezzato il predominio del Napoli, riequilibrando la situazione sul campo. Non il punteggio. Anche nella ripresa Milan volenteroso ma poco pericoloso. Pioli ha cambiato, proponendo la doppia punta Ibra-Giroud, ma gol non se ne sono visti. La difesa partenopea è sempre la meno battuta. Un gol di Kessie è stato annullato per offside discutibile dopo una visione al video. Il Napoli è tornato quindi a vincere dopo due sconfitte. Lo ha fatto sul campo di un Milan che, dopo aver evitato in extremis la sconfitta a Udine, è rimasto più staccato dalla vetta (-4) insieme con gli azzurri. I

rossoneri stanno accusando qualche problema di risultati, afflitti dalle troppe assenze, come del resto i partenopei.

Pioli, che alla vigilia aveva perso pure Theo Hernandez (Ballo-Tourè al suo posto), aveva schierato dall'inizio Tonali-Kessie e Messias a centrocampo. Spalletti (tornato in panchina dopo la squalifica) aveva dovuto rinunciare anche a Mario Rui, oltre agli altri infortunati. Aveva quindi inserito Malcuit a destra e Di Lorenzo a sinistra nella linea difensiva, Anguissa dall'inizio in mediana, Lozano a destra, l'ex rossonero Petagna di punta. Le sostituzioni rossonere: al 18' della ripresa Giroud e Saelemaekers al posto di Diaz e Krunic; al 32' Bennacer e Castillejo per Tonali e Messias; al 40' Kalulu per Florenzi. I

cambi partenopei: all'8' del secondo tempo Lobotka al posto di Demme; al 32' Politano e Ounas per Zielinski e Lozano; al 33' Mertens per Petagna; al 40' Ghoulam per Elmas. Dopo le feste per il compleanno del Milan, fondato il 16 dicembre 1899 (122 anni fa, quindi), il Napoli ha cominciato in attacco. E al 5' su angolo di Zielinski, Elmas sul primo palo ha insaccato di testa. Male Tonali, ma anche Ibrahimovic, nella circostanza. Gli azzurri hanno tenuto l'iniziativa, il Milan ha subito e poi è uscito dal guscio.

Ibra, su traversone di Ballo-Tourè da sinistra, di testa ha messo fuori vicino il palo alla sinistra di Ospina. Bella occasione. La partita verso la mezz'ora è diventata equilibrata.

Un gran sinistro di Florenzi al volo è finito di poco a lato.

Insomma, battaglia a centrocampo con poche finalizzazioni. Dopo il riposo, il Milan ha cercato di prendere in mano l'iniziativa e Ibrahimovic da sinistra ha impegnato Ospina in una deviazione salvifica. Ha tentato un tiro (telefonato) anche Messias. Petagna non è riuscito a sfruttare una buona palla. Con l'ingresso di Giroud e Saelemaekers, un Milan più offensivo. E tuttavia è stato il Napoli a proiettarsi in avanti. L'occasione di Messias (accentramento dalla destra e tiro di poco alto) ha ridato speranze al Milan. Il giropalla azzurro per addormentare la partita è stato spezzato da un tentativo (vano) di Giroud. Petagna ha tirato alto dal limite. Un salvataggio di Rrahmani su Ibrahimovic. Ospina ha battuto sul tempo Ibra. Poi al 45' il gol di Kessie su un batti e ribatti in area napoletana è stato annullato da Massa per un offside "visto" al monitor che ha lasciato l'amaro in bocca ai rossoneri. Il migliore del Napoli è sembrato Zielinski che ha propiziato il gol del vantaggio di Elmas (bel colpo di testa) e ha irrobustito il centrocampo. Ottimo Ospina. Fra i rossoneri ci è piaciuto Florenzi. Per il Milan, che mercoledì sarà a Empoli, un momento molto complicato; per gli azzurri (che affronteranno lo Spezia) un gran sospiro di sollievo.

L’Inter intanto ringrazia, con questo risultato è già campione d’Inverno.

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Scroll to Top