Il countdown di Insigne

Ci sono vittorie che non rendono merito a chi le consegue. Tant’è che il caso di Napoli-Samp è un vero e proprio caso di scuola, perché quell’1-0 non rappresenta la partita condotta dagli azzurri, che - in termini di punteggio - avrebbe meritato qualche gol in più e non solo. La vittoria di  giornata, tuttavia, si disperde nella prima domenica del malinconico countdown di Lorenzo Insigne. Per lui è inutile spendere altre parole per l’importanza che riveste, per la storicità della sua carriera e per il radicamento per squadra e città. Già, sarebbe come spargere ulteriori manciate di retorica per un calciatore che da tempo rappresenta valore e capacità. Non sono stati ampollosi, invece, gli applausi di vicinanza quando Insigne ha dovuto lasciare il campo per un malanno.

Ma cosa provano i tifosi per la separazione e per i sei mesi che dividono il capitano tra Napoli e Toronto? Probabilmente due cose: la prima è che si tratta di una scelta molto importante, altrimenti non si spiegherebbe perché i media vi hanno dedicato tanta attenzione e con tanto anticipo. La seconda è che questa scelta non li coinvolge, nel senso che non vi hanno potuto svolgere alcun ruolo, tutto è dipeso dagli equilibri tra Insigne e il club. A questo punto facciamo un’ipotesi paradossale, perché talvolta i paradossi aiutano a comprendere meglio la realtà. Facciamo finta che un giorno Insigne e De Laurentiis incontrino i tifosi e spieghino le loro ragioni e, soprattutto, costruiscano un rapporto che stemperi possibili tensioni e polemiche.  Facciamo finta che tutto vada bene e che possa essere un piccolo timido passo per svelenire il ribollente mondo del pallone (tifosi, club, media e umanità varia). Ecco, pensiamo che vada avanti così sino a giugno e anche dopo. E che il professionismo dei protagonisti dell’affaire Insigne  meriti rispetto e trasparenza di scelte. Perché sia Adl che Insigne hanno buone ragioni per essersi detti addio. E sono tante che vale la pena spiegarle. Anche nei dettagli, perché quell’ipotesi paradossale, come a volte accade, possa diventare realtà.

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Scroll to Top