Il Corriere dello Sport, arriva la controreplica ad Insigne: "Confermiamo l'intervista, ma mai scritto di andare via"

La sfida tra Napoli e Genoa (ma ancor più importante, quella tra Arsenal e gli azzurri a Londra) è stata preceduta dall'intervista di Lorenzo Insigne al Corriere dello Sport, la quale ha suscitato non poche discussione da parte dei tifosi e i giornalisti che hanno subito intravisto la più concreta possibilità di Insigne nel salutare la maglia partenopea già a fine stagione, anche in virtù del fatto che il talento di Frattamaggiore è seguito da uno degli agenti FIFA più influenti e abili nell'organizzare trasferimenti milionari, ovvero Mino Raiola. L'intervista ha dovuto subire una risposta da parte dello stesso Insigne, il quale ha smentito un eventuale trasferimento a giugno, di stare bene nella sua città e confermando di aver sempre dato il massimo in ogni partita. Parole che hanno fatto respirare i tifosi azzurri, ma nell'edizione odierna del Corriere dello Sport, il quotidiano non è stato in silenzio e ha consegnato la propria controrisposta che dovrebbe mettere chiarezza al contenuto dell'intervista: "Ci sono voluti due giorni a Lorenzo Insigne per dribblare se stesso e sistemare, dopo pressioni che si possono semplicemente immaginare, concetti chiari, onesti, autentici, espressi nell’intervista pubblicata sabato sul Corriere dello Sport-Stadio. Il “ravvedimento” centrale di quest’inversione dialettica del capitano del Napoli è in quel «non ho mai detto che a giugno andrò via». Verità assoluta: e infatti nessuno lo ha mai scritto, né compare nella titolazione una frase del genere. E c’è pure quel «finché resterò qui darò il massimo» recitato in tv. Poi c’è dell’altro, e sono le naturali ipotesi sul futuro, che rimangono lì, nella coscienza di Insigne e del Calcio Napoli, rappresentato durante l’intervista dal capo dell’area comunicazione. In casi del genere, in presenza di “presunte manipolazioni”, si procede con smentite immediate e ufficiali. Ma quarantotto ore di tam tam mediatico e social lasciano il segno nella memoria e possono mandare in confusione chiunque. Non chi ha scritto quell’intervista, che conferma anche le virgole".

Dislike non mi piace
0
  • Commenti

0 Comments:

Calciomercato

Le Opinioni

Serie A

Scroll to Top